Catastrofico tsunami in Indonesia...quali rischi nel Mediterraneo? indice: Catastrofico tsunami in Indonesia...quali rischi nel Mediterraneo? Come si presenta lo tsunami?

Che cos'Ŕ uno tsunami

Tsunami  Ŕ una parola giapponese che significa onda di porto.

 
Fig. 1: Comportamento dell'onda di maremoto. A mano a mano che la profonditÓ del mare diminuisce, diminuiscono anche la velocitÓ e la lunghezza d'onda del maremoto, mentre l'altezza dell'onda aumenta.
Credit: (UNESCO - International Tsunami Information Centre)

I maremoti, o tsunami, sono una serie di onde di grande lunghezza d'onda che originano da un violento spostamento della massa d'acqua oceanica. Nell'oceano profondo le onde si propagano alla velocitÓ di circa 800 km/h e hanno un'altezza di poche decine di centimetri. La lunghezza d'onda Ŕ un fattore che contraddistingue i maremoti dalle normali onde marine generate dal vento: infatti per gli tsunami essa Ŕ molto maggiore e pu˛ superare anche i 200 km. Man mano che la profonditÓ del mare diminuisce, anche la lunghezza d'onda diminuisce e contemporaneamente l'altezza dello tsunami aumenta. Si pu˛ formare un muro d'acqua alto anche decine di metri che ha un forte potere distruttivo.

La velocitÓ del maremoto pu˛ essere semplicemente espressa dalla formula
dove g Ŕ l'accelerazione di gravitÓ e vale 9,8 m/s2, e h Ŕ la profonditÓ del mare espressa in metri.

Ad esempio lÓ dove l'oceano Ŕ profondo 4000 m, il maremoto si muove a circa 700 km/h, cioŔ alla velocitÓ a cui viaggia un aereo.

In figura 1 Ŕ illustrato come variano la velocitÓ e la lunghezza d'onda di uno tsunami man mano che si avvicina alla costa. Sulla costa l'altezza dell'onda Ŕ massima.
 

The Webweavers: Last modified Tue, 1 Aug 2006 14:13:13 GMT