i pericoli causati dall'uomoindice dei pericoli dal cielo le radiazioni sono un pericolo

Supernovae

Una supernova si ha quando una stella alla fine della sua vita esplode. L'esplosione di una supernova diventa pericolosa per la vita sulla Terra quando avviene a meno di 25 anni luceDizionario; si stima che ciò possa accadere in media ogni 650 milioni di anni.
L'evento di supernova è dovuto all'implosione degli strati esterni della stella e alla successiva espulsione degli stessi a velocità di migliaia di chilometri al secondo, con emissione contemporanea di grandi quantità di energia, anche sotto forma di neutriniDizionario. Vengono identificate due tipi di supernovae (SN): quelle che nascono da sistemi binari contenenti una nana biancaDizionario che supera la massa critica di 1.44 masse solariDizionario e quelle che sono lo stadio finale di stelle di massa iniziale superiore a 8 masse solariDizionario.

Foto dei resti della Crab Nebula Fig. 1: Foto effettuata con il telescopio VLT della Crab Nebula, i resti dell'esplosione della supernova osservata in Cina nel 1054..
(Credit: Courtesy ESO)

Il problema per il nostro pianeta è legato alla radiazioneDizionario emessa durante l'esplosione. La parte di fotoni γDizionario che giungono fino a noi interagisce con le molecole della nostra atmosfera alterandola in due modi:

  • viene quasi completamente eliminato l'ozono dell'alta atmosfera, che ci protegge dalla radiazioneDizionario solare UV, portando ad alterazioni del DNA degli esseri viventi e alla distruzione del fitoplancton;
  • l'ossigeno si combina con l'azoto, formando degli ossidi velenosi e opachi che bloccano la radiazioneDizionario solare, dando inizio ad una nuova glaciazione.
Le stelle che si trovano nella "zona pericolosa" per il nostro pianeta sono ben conosciute e l'unica che sembra essere prossima a diventare una supernova, se non adirittura una ipernovaDizionario, è Eta Carinae, una stella supergigante blu della nostra galassia (Massa=100-150 masse solariDizionario, L=5x10&LSole), situata nella costellazione australe della Carena; L'ipotesi più accreditata è quella secondo la quale l'esplosione dovrebbe avvenire entro il prossimo milione di anni, dopo che la stella, a seguito di una notevole perdita di massa, è diventata una Stella Wolf-RayetDizionario. Non conoscendo però la sua età e il suo stadio evolutivo, non viene del tutto scartata la possibilitÓ che diventi una supernova nei prossimi millenni.

Foto di Eta Carinae Fig. 2: Foto di Eta Carinae effettuata il 14 gennaio 1994 dall'Hubble Space TelescopeDizionario.
(Credit: Courtesy NASA)

Recentemente è stata proposta una nuova ipotesi prendendo a modello l'esplosione di una stella molto simile, la progenitrice della SN 2006jc, nella galassia UGC 4904, che 2 anni prima di esplodere ebbe un improvviso aumento di luminosità; in questo caso Eta Carinae potrebbe esplodere entro qualche decina di anni, fornendo uno spettacolo unico: secondo Dave Pooley in questo caso la sua luminosità apparente supererà quella del pianeta Venere, risultando visibile anche di giorno e di notte sarà possibile leggere un libro.

Foto della supernova SN 2006jc Fig. 3: Foto della supernova SN 2006jc, l'oggetto cerchiato di rosso. Si vede anche la galassia che la contiene..
(Credit: Courtesy INAF)

A causa della distanza, si trova a circa 9260 anni luceDizionario dalla Terra, le radiazioniDizionario emesse non saranno pericolose per noi, ma potrebbero esserlo per i satelliti artificiali e gli astronauti; il pericolo potrebbe sussistere se, a seguito dell'esplosione, Eta Carinae originasse un gamma ray burst, ma solo se l'asse di rotazione della stella fosse puntato verso il nostro pianeta, cosa attualmente falsa, ma che a causa della precessione potrebbe verificarsi in futuro.