dai neuroni alla coscienza indice cervello patologie neurodegenerative

Cervello di lei e cervello di lui

Il cervello della donna pesa in media circa il 12% in meno di quello dell'uomo. Fino a non molti decenni or sono questo veniva interpretato come il correlato biologico di una presunta superioritÓ intellettiva dell'uomo rispetto alla donna. In realtÓ questa differenza riflette semplicemente la maggiore taglia corporea del maschio rispetto alla femmina nella specie umana. Infatti se si fa una misura non assoluta del peso cerebrale, ma relativa al peso corporeo la differenza si annulla ed anzi ne esiste una molto lieve a favore della femmina.

Fig. 1: Dati da Dekaban, A.S. and Sadowsky, D. Cambiamenti nel peso del cervello dell'uomo e della donna, con l'etÓ. (relazione sul rapporto fra il peso del cervello e l'altezza e il peso del corpo umano, Ann. Neurology, 4:345-356, 1978)

Oggi sappiamo che esistono in realtÓ alcune piccole ma significative differenze anatomiche fra il cervello della donna e dell'uomo: in particolare le connessioni fra i due emisferi cerebrali sono relativamente pi¨ sviluppate nella donna che nell'uomo, mentre in piccoli centri nervosi di una regione del cervello chiamata ipotalamo esistono nell'uomo neuroni maggiori in numero e dimensioni. D'altro canto, tests appropriati mettono in luce differenze in alcune capacitÓ intellettive fra l'uomo e la donna, ad esempio nel pensiero logico-matematico, nella capacitÓ di calcolo, nell'abilitÓ linguistica, nella capacitÓ di orientamento spaziale. In linea di massima Ŕ possibile ipotizzare oggi che l'uomo possegga un cervello che segue schemi logici pi¨ basati sulla razionalitÓ, mentre nella donna il funzionamento cerebrale sarebbe maggiormente di tipo intuitivo, che nell'uomo il funzionamento dei circuiti nervosi sia pi¨ rigido e pi¨ plastico nella donna.